Gastroenterologia epatologica

Data Medica via Ennio Quirino Visconti, 4 Roma Prati
PER PRENOTAZIONI CHIAMA IL NUMERO VERDE O PRENOTA ONLINE
La Gastroenterologia è quel ramo della medicina che si occupa dello studio e della cura delle patologie a carico dello stomaco, dell’intestino e in più in generale di tutto l’apparato digerente.
Il Medico specialista in Gastroenterologia è indicato con il nome di Gastroenterologo.
Le principali patologie curate del gastroenterologo sono:
  • La Celiachia:
    La celiachia è un’intolleranza permanente al glutine, sostanza proteica presente in avena, frumento, farro, kamut, orzo, segale, spelta e triticale;
  • Sindrome dell’intestino irritabile:
    La sindrome dell’intestino irritabile (SII) è un complesso sintomatologico che comprende dolore addominale ed irregolarità dell’alvo, dovuto ad alterazioni motorie funzionali del colon;
  • Reflusso:
    Il reflusso Gastroesofageo è il passaggio retrogrado di piccole quantità di contenuto gastrico dallo stomaco all’esofago, è l’argomento quotidiano che si presenta più frequentemente nell’ambulatorio del medico generico o del gastroenterologo;
  • Stitichezza:
    La stitichezze è l’abituale difficoltà nel defecare;
  • Emorroidi:
    Le emorroidi sono dilatazioni varicose delle vene emorroidarie del retto e dell’ano;
  • Meteorismo:
    Con il termine meteorismo si indica una condizione clinica che fa riferimento ad uno accumulo di gas, in quantità eccessive, nel tratto digerente.
L’Epatologia è un ramo della medicina che si occupa delle patologie di fegato, cistifellea e vie biliari.
Lo specialista che se ne occupa è detto epatologo.
Le principali patologie curate dall’Epatologo sono:
  • L’epatite:
    L’epatite è un’infiammazione del fegato, può essere dovuta a cause diverse: virus, farmaci, alcool ecc… e porta ad un malfuzionamento del fegato stesso con effetti vari sull’organismo;
  • La steatosi epatica:
    La steatosi epatica (comunemente detto fegato grasso) è una patologia cellulare legata all’accumulo intracellulare ditrigliceridi (steatosi) a livello del tessuto epatico;
  • La steatoepatite non alcolica:
    È l’accumulo di grasso (lipidi) nel fegato, accompagnato da infiammazione e lesioni epatiche;
  • La sindrome metabolica:
    Per sindrome metabolica (detta anche sindrome X, sindrome da insulino-resistenza, CHAOS o sindrome di Reaven) si intende, in ambito medico, una situazione clinica ad alto rischio cardivascolare che comprende una serie di fattori di rischio e di sintomi che si manifestano contemporaneamente nell’individuo;
  • La cirrosi epatica:
    La cirrosi epatica rappresenta il quadro terminale della compromissione anatomo-funzionale del fegato;
  • Le cisti epatiche:
    Le cisti epatiche sono formazioni presenti nel tessuto epatico che contengono un fluido prodotto dalla loro stessa parete, ossia alle cosiddette cisti semplici. La parete di queste formazioni è un epitelio che produce in continuazione un liquido dalla composizione simile a quella del plasma;
  • Il tumore al fegato:
    Il tumore è una malattia dovuta alla moltiplicazione incontrollata di cellule all’interno del fegato, che si trasformano in maligne.
  • Emorragie intestinali:
    Causate da ipertensione portale associata a traumi al fegato
  • La pancreatite:
    La pancreatite è un malattia infiammatoria del pacreas;
  • I tumori del sistema biliare:
    I tumori delle vie biliari originano dai dotti preposti al trasporto della bile dal fegato all’intestino
  • L’ipertensione portale:
    L’ipertensione portale è un aumento della pressione nella vena porta, quella che conduce il sangue dagli organi coinvolti nella digestione verso il fegato.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accetta