PRENOTAZIONI

Numero Verde 800.560.800

DATA MEDICA ROMA

PRENOTAZIONE VISITA ANGIOLOGICA ONLINE

Nome*
Cognome:*
E-mail:*
Conferma E-mail:*
Telefono:
-
Selezione Medico:
Lascia un messaggio

Dichiaro di aver letto la Cookie Policy privacy e di essere informato sul trattamento dei dati personali

Accettazione Policy Privacy*

ANGIOLOGIA

Data Medica via Ennio Quirino Visconti, 4 ROMA PRATI

L’Angiologia è quella branca della medicina che studia le patologie e l’anatomia che colpiscono i vasi sanguigni e quelli linfatici.

Per capire meglio di cosa si occupa l’Angiologia, dobbiamo innanzitutto capire come funzionano i vasi sanguigni e di conseguenza il sangue.

Angiologia-Roma

Il sangue si distingue in arterioso e venoso: il sangue arterioso è ricco di ossigeno, il sangue venoso ne è molto povero perché è quello che ritorna dalla periferia (tutti i nostri organi e tessuti) verso il centro (il cuore), dopo avere ceduto ad ogni cellula l’energia necessaria per «vivere e lavorare».

 

Il nostro organismo funziona in modo ottimale e continuo come un perfetto laboratorio. Ogni cellula del nostro corpo vive, si moltiplica e lavora perché in essa avvengono a seconda del tipo, diverse reazioni chimiche.

L’energia e le materie prime sono portate alla periferia dal sangue arterioso contenuto nelle arterie che partono dal cuore e che si assottigliano sempre più fino a divenire piccoli vasi con parete molto sottile detti capillari.

Il sangue si impoverisce di ossigeno, cede le sostanze necessarie e si carica di «rifiuti», detti in termine medico «cataboliti».

Questo tipo di sangue per ritornare al cuore è convogliato in vasi prima più piccoli detti venule e poi man mano più grandi: vene.

Quella descritta fin qui è la grande circolazione quella cioè che dal cuore porta sangue ossigenato a tutte le cellule e poi ritorna quello per essere riossigenato.

Al sangue contenuto nelle vene, si aggiunge, ad un certo punto, la linfa portata da collettori particolari detti vasi linfatici; la linfa è un liquido drenato dalla periferia non contiene globuli rossi ed è biancastro.

I vasi linfatici più periferici sono sottilissimi, (quasi come un capello), cominciano a fondo cieco e portandosi verso il centro aumentano di volume; essi devono interrompersi più volte in stazioni intermedie formate da Linfonodi.

Giusto per correttezza e per completare questo discorso generale sull’Angiologia, occorre precisare senza entrare nei dettagli, che nel nostro organismo esistono 2 circolazioni principali:

  • la piccola circolazione dove il sangue viene trasportato dal cuore ai polmoni e attraverso la sottilissima parete alveolare avvengono gli scambi sangue-aria;
  • la circolazione portale quella che drena il sangue dall’intestino e lo porta ad essere filtrato ed elaborato dal fegato prima di gettarlo nelle vene che tornano al cuore.
L’Angiologo si occupa in modo particolare della grande circolazione ed in modo specifico dei vasi nella quale essa deve avvenire

Le patologie di sua competenza, si distinguono in:

  • Le Arteriopatie malattie delle arterie;
  • Le Flebopatie – malattie delle vene;
  • Le Linfopatie malattie dei vasi linfatici.

L’Angiologo è lo specialista medico in Angiologia che, dopo una anamnesi mediante esami specialistici, è in grado di controllare attraverso terapie specifiche, le patologie del sistema circolatorio.

I NOSTRI MEDICI SPECIALISTI IN ANGIOLOGIA

 

filippo-de-pasquale

Filippo de Pasquale

SPECIALISTA IN CHIRURGIA VASCOLARE
CHIRURGO VASCOLARE